Psicologo Roma

Psicoterapeuta Roma


Antibiotici e mal di denti

Il mal di denti è uno dei dolori più forti che l'essere umano possa sperimentare nella propria vita in alcuni casi addirittura considerato più potente dei dolori provocati dal parto.In molti casi e sopratutto in quelli di maggiore intensità assumere antidolorifici può avere un effetto blando ed anche una terapia a medio-lunga durata potrebbe non avere efficacia.

L'uso popolare degli antibiotici

Spesso la tradizione popolare e le conoscenze di base di medicina portano il paziente a scegliere di usare gli antibiotici per il mal di denti allo scopo di minimizzare l'infiammazione, far sgonfiare gengive, guancia e le mucose circostanti la zona colpita ritenendo erroneamente che questo possa risolvere il problema. 
Ci vuole poco tempo per scoprire che il problema non solo non viene risolto ma anzi, nel tempo perdurerà ed il danno si propagherà aumentando in intensità e dannosità aumentando il problema e causando la probabile propagazione alle zone limitrofe 
 

L'antibiotico non รจ la cura definitiva

Il consiglio migliore che si può dare ad una persona affetta da pulpite, ascesso, frattura del dente, carie profonda e del colletto è di rivolgersi ad un dentista il cui compito principale dovrà essere quello di individuare la causa scatenante del problema ed adottare i giusti accorgimenti per rimuoverlo minimizzando l'uso di farmaci che sono comunque sempre dotati di controindicazione e spesso usati ed abusati in modo decisamente improprio. 
Ricordiamo che l'antibiotico per mal di denti può essere acquistato in farmacia solo ed esclusivamente presentando regolare ricetta prescritta dal proprio medico di famiglia o da uno specialista come un odontoiatra che individuerà 

I tipi di antibiotico, modi e tempi di somministrazione

il tipo di antibiotico più corretto da adottare, indicherà al paziente la giusta quantità da assumere ed i tempi di somministrazione del farmaco e come comportarsi in caso di effetti collaterali. 
In concomitanza agli antibiotici sovente si usa somministrare probiotici e fermenti lattici vivi allo scopo di ripristinare la flora batterica intestinale necessaria alla corretta assunzione dei nutrienti ingeriti che il farmaco in questione distrugge senza distinzione. 
 

Antibiotico per denti: modifiche all'alimentazione

Dal punto di vista alimentare è necessario tener presente che durante il periodo di assunzione degli antibiotici è meglio evitare alcolici e spezie. Diversamente dalle credenze popolari la contemporanea assunzione di latte e derivati non aiutano a ripristinare la flora batterica ma anzi causano un rallentamento nell'azione dell'antibiotico.

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!